giovedì 1 novembre 2007

INFELTRIMENTO DA AGO: ISTRUZIONI


Qualcuno mi ha chiesto delucidazioni per quanto riguarda la tecnica dell'infeltrimento ad ago.
Qui pubblico una foto tratta dal libro : LAINE FEUTREE di Sonia Lucano ed. Marabout d'ficelle, (era già pronta la presentazione del materiale!).
Su questo libro acquistato in rete da http://www.jeudemailles.com ho trovato (ed interpretato, vista la lingua a me estranea, ovviamente ce ne saranno anche in Italiano) spiegazioni e progetti riguardo questa tecnica.
E' più pratica e meno ostica da mettere in atto di quella cosiddetta "ad acqua" proprio per l'elemento acqua....: mani bagnate per ore sapone sciolto sopra e sotto il tavolo, senza contare che alcuni tipi di lana perdono il colore e tingono le unghie, la pelle ed il piano di lavoro.
Insomma, c'è bisogno di:
- una pastrella di gommapiuma, in realtà i negozi specializzati propongono un tipo di mousse particolare, che non si sfalda sotto i colpi dell'ago, ma io ho ottenuto risultati positivi con quella da divani per intenderci, alta circa 8 cm.
- aghi speciali per infeltrimento della lana, sono aghi che hanno delle piccolissime crespature che tirano in su la fibra del fiocco durante la lavorazione e lo inglobano agli altri vicini.
- una base di panno di lana o feltro o lana infeltrita sulla quale picchettare il motivo, che poi diventerà parte integrante del lavoro.
- lana cardata nei colori preferiti.
Si appoggia il tessuto di lana sulla piastrella, si tracciano le linee del motivo che dovremo andare a comporre e si comincia ad applicare, picchiettando con l'ago, piccoli fiocchi finchè si amalgano alla base senza lasciare spazi vuoti al di sotto.
Più si lavora la lana cardata più compatto riesce il disegno, cioè sembrerà parte del tessuto sottostante.

Con questa tecnica si possono creare anche oggetti tridimensionali come fiori, palline decorative per oggetti vari come accessori d'abbigliamento o per la casa, oppure
- modellando i fiocchi INTORNO ad una piastrella che avrà la forma finale dell'oggetto che vogliamo creare, possiamo dar forma a borsette, portacellulari e via dicendo.
Si può lavorare anche a strati in modo da far trasparire i colori sottostanti. Varia dal gusto personale.
Ho visto la borsa di una signora devorata con un paesaggio africano di una bellezza incredibile!
i dettagli minuti!
cosa importante : attenzione alle dita! gli aghi che s'infilano per errore nel dito invece che nella lana sono da urlo! e poi... si rompono e non sono molto economici!
Se ho dimenticato qualcosa sapete dove trovarmi. : )

3 commenti:

Philo ha detto...

Grazie per la spiegazione.....molto delucidatic�va! Prima o poi ci prover�.
Cambiando argomento: per cambiare lo sfondo del blog sono andata in:
-Personalizza
-Modifica HTML
- Nella finestra "modifica modello" ho fatto scorrere fino a
-Defaults
-Body e ho sostituito l'idirizzo URL che c'era tra parentesi con l'indirizzo URL dello sfondo che ho scelto.
Spero di essere stata abbastanza chiara
Baci

Manu ha detto...

ciao
sono capitata nel tuo blog...e ho trovato queste istruzioni di questa tecnica che ora va tanto di moda! grazie! sei stata gentilissima!! continua cosi'!!
Mettero' il link sul mio blog!
Manu

Enza ha detto...

ciao ,ho trovato per caso il tuo blog..mi spieghi come posso formare delle palline partendo da feltro acquistato in merceria??
grazie!
Enza

Forse ti può interessare anche...

Related Posts with Thumbnails