mercoledì 24 settembre 2008

L'AMORE PER IL CREATO

La lettera che segue è la conseguenza di una manifestazione che la Egris & Co. ha organizzato Domenica 21 settembre per raccogliere fondi per i rifugi e canili bisognosi d'aiuto URGENTE.
E' il "credo" del prete di una parrocchia del comune di Spinea.
Personalmente ritengo che menti (così) chiuse all'amore ed alla tolleranza non meritino risposta alcuna alle loro farneticazioni domenicali dettate dall'invidia forse e da una convinzione perniciosa che gli animali siano esseri inferiori all'essere umano.
Il sapore impastato di noia di sermone domenicale (disertato pure dai cani) da "paesello sperduto nelle nebbie padane" con riferimenti troppo vaghi a testi e citazioni... provocano solo un sentimento di compassione per la POCHEZZA del personaggio ecclesiastico che ha avuto l'ardire di pronunciare parole di fiele sull'operato di chi ogni giorno vive e mette in pratica MEGLIO DI LUI E GRATIS il famoso verbo.
Il nostro pretino di provincia si chieda SOLO come mai moltissime persone preferiscano rivolgere il loro affetto e agli animali piuttosto che A CERTE CATEGORIE DI UMANI.
Le guerre nascono anche per piccole questioni di intolleranza del genere.
Caro prete: ognuno di noi ha il suo ruolo nella grande catena dell'esistenza, AD OGNUNO IL SUO.
Ma forse il nostro pretino di provincia ha ancora le idee confuse su quello che voleva fare da grande.
(il copia - incolla ha creato qualche problema, non ho molto tempo per risistemare, IL SENSO PURTROPPO SI CAPISCE PERFETTAMENTE)
Mi piacerebbe davvero tanto sapere cosa ne pensate!! lasciate dei commenti!!


"Caro cane,
mi sono ripercorso la Bibbia cercando appigli per parlare bene di te. Su 36
citazioni trovate, 32 erano di disprezzo, solo nel libro di Tobia si parla bene del cane
oltre che nella creazione.
Il cane è diventato, oggi, animale da compagnia; sappiamo che c'è la grande, triste,
spietata solitudine dell'uomo ed il cane di qualsiasi tipo,razza, dimensione, colore e
pedigree, la puo dare rimpiazzando l'assenza dei parenti.Guai se a certe persone morisse
il cane! I ragazzini al camposcuola, al memento dei defunti nella messa, intervengono:
"Io ricordo, il nonno, io la nonna defunta, ...io il mio cane".
Ormai gli animali sono equiparati agli umani: si parla col cane, si chiedono informazioni
ai giardini su dove I'altro compera i croccantini, liscia il pelo o lima le unghie
del suo bel cane.
A volte si stimano di piu le persone che hanno un cane simile al proprio, perché
quelle sono persone a modo, educate e di buoni sentimenti più delle altre.
Ormai è il canec he scandisceI 'orario del padrone.
un amico mi Collare
di stelle - Barba, baffi e pelo
lucido" sono negozi per estetica canina. E così giovinastri senza studi e raccontava:
"Ieri sera, ho telefonato a mia mamma un po' più tardi e
mi ha rimproverato per I'ora perché il cane già dormiva e non si poteva disturbare".
Aumentano i negozi che abbinano veterinario al pamrcchiere per cani. Basta guardarsi
attorno "Qua la zampat-. Fido ti lavo -
specializzazioni
hanno trovato I'America con i cani.
"Ho smarrito cagnet[a..." trovo scritto spesso sulla porta della Chiesa oppure
"vendo cuccioli di granp regio...", c'è chi offre 'oCasaP ensionep er cani (e gatti) aperto
tutto I'anno, box riscaldati o con 5.000 mq di verde.
Dire BAU, salutandosi, sembra diventare una prospettiva per il domani.
Anche a casa nostra avevamo il cane, ma per difendere il pollaio e la casa, viveva all'?
pe{to lella s.-qc4u ccia 9 mangiaval e briciole della nostra sobriat avola.
Ad un cane si può anche dare una caÍezzÀ o un pizzicotto, ma. . ..
- c'è gente che spende più per il suo cane che per la sua carità cristiana;
- c'è gente che fa piùcarezze al cane che al suo anziano;
- c'è gentec he appenas posatac omprai l canee non'ocompra"u n figlio;
- c'è gente che si scandalizzas e il consorzio dei nostri comuni non ci prowede di un
bel canile accessoriato.
Io spero che prima si proweda ad una casa di prima accoglierua per quei terzomondiali
che dormono sulle panchine o dentro le case diroccate. Ne conosco piu di uno.
Prima i cristiani dei cani!
Si troveranno i soldi per il cànile zonale prima che per una casa per i fratelli terzomondiali?
Se sì, giuro che suonerò campane a morto, per un buon tempo, perché sara
morta la fraternita umana.
Diceva Gesù: "Non date le cose sante ai cani, date loro le briciole".
I telegiomali finiscono sempre con notizie su animali, mai notizie dall'Africa: sulla
siccità o le epidemie, sugli acquedotti e le scuole inaugurate. Parlino delle belle iniziative
delle Associazioni: Mato Grosso, Amnesty, Emergency o altre ancora che
chiedono soste gni e realizzano progetti !
E ai cani diamog li avanzid ei nostrip asti,n on le scatolettep iened i sonniferi:u n cane
amal a libertà,l a terrae le corsen on il guinzaglio,il salottoe il passole ntoc ome
il nostro.C he" vita da cani" facciamofa rel oro!
Seh ai un cane:t rattalob ene,m a chen on sostituiscai p overio l'affetto tra familiari.
Sarannob elle anchel e sfilated ei cani,p erchés onoa ffettuosie gioiosi,m a sonoa nimali...
e io i sacramentai loro non li dare.C i saràu n perchè!

2 commenti:

Federica ha detto...

allucinante.. ma se devo essere sincera.. non mi stupisco più di tanto che una cosa del genere provenga dalla chiesa. Purtroppo. Grazie per diffonderlo.. un bacio fede

fiore_labs ha detto...

Come dice Fede... non mi stupisco di quello che ha detto questo prete, deve essere imparentato con quello del mio paese che poco tempo fa ha fatto una predica simile.... solo che invece di volere i soldi per il 3°mondo li vuole per sistemare la canonica... mi spiegate cosa se ne fa un prete di 4 camere da letto, una mega cucina, connessione internet etc etc???
Bho.....

Forse ti può interessare anche...

Related Posts with Thumbnails